Fuga dalla Tecnologia: Quando c’é bisogno di scollegarsi

Avete mai dato un’occhiata intorno a voi in metro, in autobus o in pausa pranzo durante il lavoro? C’é una cosa che accomuna il 90% delle persone, noi compresi (ma ci stiamo “disintossicando”) e forse anche voi.
Di cosa si tratta? Dell’uso, ormai compulsivo, dello smartphone.

Passato da essere essere un metodo di comunicazione (ve la ricordate la Summer Infinity di Vodafone che permetteva di usare 100 sms e 100 mms al giorno? che ricordi!!), ad uno strumento importante per reperire informazioni -con l’arrivo di internet- regolato e ridimensionato dal fatto che il traffico via cellulare costasse una mostruositá fino a diventare ora quasi una droga.

I bundle internet offrono al prezzo di una pizza 30/40/50 giga piú minuti e sms illimitati.

La memoria degli smartphone é passata dall’ essere di 1 Gigabyte, al lancio recente del nuovo smartphone con memoria da 1 Terabyte.

Non so a voi, ma a me tutto questo spaventa. Perché mi rendo conto che, se prima usavo il cellulare solo per comunicazioni e per guardare il meteo se ero in giro, adesso il mio smartphone contiene letteralmente la mia intera vita. Il saldo del mio conto corrente, tutta la mia corrispondenza, tutte le mie buste paga, l’app per monitorare il ciclo, quella per parlare con gli amici, per chiamare un taxi, per ordinare il cibo, per fare shopping online e ancora le app di giochi, quelle per disegnare e potrei andare avanti all’infinito.

Hai fame? Smartphone.
Non sai dove andare a cena? Smartphone.
Sei single e cerchi qualcuno? Smartphone.


Vedo intorno a noi relazioni sociali che muoiono, comitive che escono in gruppo per poi disgregarsi durante la serata e creare gruppi da due formati da una persona e il suo smartphone. Lo sguardo fisso, il dito che scorre verso l’alto spasmodicamente alla ricerca di un nuovo video, post, foto e cosí via.

Come si mette un freno a tutto ció? Con quello che viene chiamato DIGITAL DETOX.

Chiaramente non stiamo demonizzando l’uso complessivo dei cellulari, se noi “esistiamo” come travel blogger é in buona parte grazie all’esistenza di questi aggeggi.

Pensiamo peró che, almeno ogni tanto, ci si dovrebbe imporre un momento di disintossicazione e ricontatto con se stessi e con ció che ci circonda. Stanno nascendo ovunque ristoranti nei quali, consegnando il telefono in cassa, si puó avere diritto ad uno sconto che a volte arriva addirittura al 20% sul totale.

Quando siamo in Italia, alcune volte decidiamo semplicemente di prendere la macchina, il nostro fidato materasso da campeggio e partire. Trovare un bello spiazzo, costruire il nostro lettone dentro l’auto e restare a guardare la natura e il cielo. Spegniamo tutto, scolleghiamo il cervello e ci godiamo la reciproca compagnia. Alcune volte é davvero un modo di ritrovarsi e riuscire ad ascoltarsi al 100% (quante volte vi capita di parlare a qualcuno distratto dal cellulare, che dice di ascoltarvi e una volta che distoglie lo sguardo capite che in realtá non ha sentito una parola di ció che stavate dicendo? e quante volte, invece, la persona distratta che non ascoltava eravate voi?)

Trovate un angolo di serenitá nel quale scollegarvi dal telefono, riappropriatevi del vostro tempo e della vostra mente (in Italia l’uso medio del telefono si attesta intorno alle 5 ore al giorno, per farvi capire di quanto tempo si stia parlando) e ascoltatevi dentro.

Come detto prima, per noi il miglior detox é una fuga nella natura, possibilmente dove non ci sia campo. Quando non possiamo partire in auto, scegliamo ristorantini in vecchi palazzi del centro di Torino, quelli con i muri spessi mezzo metro da cui non passa nemmeno un’onda elettromagnetica.

Al momento ci troviamo in Corea del Sud, e ci stiamo “disintossicando” anche grazie alla scelta di non comprare una sim locale ma di affidarci esclusivamente ai Wifi pubblici. In questo modo riusciamo a goderci i luoghi senza dover stabilire un percorso fisso; anche vagabondando senza meta é possibile imbattersi in luoghi straordinari.

Voi cosa preferite? Natura, ristorantini antichi o un bel viaggio?

Se morite dalla voglia di partire, guardate le ultime offerte sui voli QUI e sugli hotel QUI

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItaliano
en_USEnglish it_ITItaliano